Saldi: come usare la testa

Saldi: come usare la testa

Puntuali come gli orologi svizzeri, sono ritornati i saldi.
Ormai siamo abituati, lo sappiamo bene che, due volte l’anno, scatta il periodo dei saldi e sappiamo anche che, non sempre, sono così trasparenti e veritieri.
Nonostante questo, siamo molto interessati e i nostri acquisti aumentano.
• Come mai?
• E’ una mera questione di risparmio?
Fare shopping è un’attività che generalmente è ritenuta piacevole perché
• distrae
• gratifica
• ci piace piacerci e piacere
Se a tutto ciò aggiungiamo la promessa del risparmio, sembra che la conseguenza sia proprio quella che vediamo: le vendite aumentano e i consumatori si danno un gran da fare.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]

Come per tutte le cose, anche il modo di affrontare questa situazione può essere funzionale e utile oppure disfunzionale:
1. Il primo è quello che ci permette di risparmiare davvero, se ci siamo attrezzati in anticipo e abbiamo fatto un giro per negozi per adocchiare i prodotti che ci servono e verificato i prezzi
2. Il secondo è quello opposto, che ci fa dire “prima o poi lo userò”, “è un affare”, “per quello che costa lo compero e poi vedrò cosa farci”. In poche parole è il metodo da fashion victim

I negozi che DAVVERO fanno i saldi sono pochissimi, nel senso che la merce dovrebbe essere quella che il negoziante non ha venduto in stagione, quindi si spera non così tanta, sicuramente non in tutte le taglie e i colori. Invece i negozianti si riforniscono di merce nuova, data in saldo a loro dai grossisti (che a loro volta si riforniscono ex novo, non sempre la merce è il loro disavanzo). Cosa cambia? Cambia che sempre il prezzo di ciò che si compera in saldo, spesso altro non è che il prezzo reale di quel prodotto.

QUINDI:
• Se vuoi acquistare durante i saldi devi fare un po’ di lavoro per assicurarti che si tratti davvero di quello che viene detto;
• Seleziona i negozi e gli articoli che ti interessano;
• Prima dell’inizio della vendita fai un giro e vai a vedere cosa c’è in esposizione e chiedi se hanno la taglia e il colore che ti interessano;
• Dai un accurato sguardo ai prezzi, segnateli per evitare di confonderti in seguito.

Ma come mai ci piace tanto comperare quando ci sono i saldi, le offerte, le grandi occasioni?
O forse la domanda dovrebbe essere come mai ci piace tanto comperare?
Comperiamo tante cose perché:
• gli oggetti si consumano
• i bisogni aumentano
• ci piace cambiare
• ci piace piacere
• la produzione di novità è spesso intrigante
• i saldi/offerte/occasioni ci fanno sentire meno in colpa rispetto al denaro che spendiamo quando potremmo farne a meno
• il nostro stesso cervello ci rema contro e ci fa vedere l’occasione come qualcosa di imperdibile e “ci dice” che dobbiamo approfittarne (adattamento al marketing!)
Ormai c’è un fenomeno diffuso, forse anche un pò troppo. Si tratta di
• offerte
• promozioni
• sconti
e qualsiasi altra forma e formula utile per dire ai consumatori che, se comperano, risparmiano un sacco di soldi. Ecco svelata la trappola in cui si cade: PENSARE AL RISPARMIO E NON ALLA SPESA. E’ un errore in cui cade il nostro cervello.
Vuoi la fretta, vuoi che siamo distratti, vuoi che ci piace l’idea di risparmiare.